giovedì 7 aprile 2016

I 40 anni degli zingari felici di Claudio Lolli

Il 7 aprile 1976, quaranta anni fa, usciva Ho Visto Anche Degli Zingari Felici, quarto album di Claudio Lolli. Il disco, dietro precisa richiesta di Lolli alla EMI, venne messo in vendita al prezzo "politico" di 3500 lire, invece delle 5-6mila lire che servivano ai tempi per comprare un LP.  
Ho Visto Anche Degli Zingari Felici non diventò solamente l'album più popolare dell'intera carrriera del cantautore bolognese, ma il riassunto musicale di una stagione intensa e confusa, dolorosa e interessantissima, che oggi è definita come "Il '77". Gli anni di Radio Alice, delle brigate rosse, degli indiani metropolitani, delle bombe sui treni, della fantasia al potere, dei collettivi autonomi, del femminismo militante.
Nel disco la canzone che dà il titolo all'album è proposta due volte: in apertura come una lunga ballata dominata dal sax di Danilo Tomasetta, poi in chiusura in una reprise dove Lolli cita la Cantata del Fantoccio Lusitano di Peter Weiss. Gianni D'Elia, nella raccolta Sulla Riva dell'Epoca (Einaudi, 2000) ha scritto una poesia struggente dal titolo Riascoltando gli Zingari Felici.




Nessun commento:

Posta un commento