giovedì 17 maggio 2018

La Giornata Mondiale Contro l'Omofobia

Il 17 maggio 1990 WHO-OMS dichiarò che l'omossessualità non era più considerata una malattia mentale. Dal 2004 la data del 17 maggio è celebrata come Giornata Mondiale contro l'Omofobia, la Transfobia e la Bifobia (IDAHO). Il tema di quest'anno è Alleanze per la Solidarietà.
"Nessuna battaglia si vince da soli. Dobbiamo rinforzare le alleanze, particolarmente per garantire la sicurezza, combattere la violenza, fare pressione per i cambiamenti legislativi, e/o fare campagne per cambiare i sentimenti e le mentalità." Questo ha dichiarato Joel Bedos. direttore di IDAHO.
Nel 2015 dodici organizzazioni delle Nazioni Unite hanno approvato una dichiarazione per condannare la violenza contro gay, lesbiche, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI). Anche l'Europa promuove l'uguaglianza LGBTI in un contesto non sempre semplice. Solo il 71% degli europei è d'accordo sul fatto che la comunita LGBTI debba avere parità di diritti. La Commissione di Bruxelles ha prediposto una lista di azioni per garantire l'uguaglianza LGBTI e progetti volti a questo obiettivo sono finanziati nel programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza 2014-2020. Il rapporto annuale 2017 è stato pubblicato lo scorso febbraio.

Quel contratto di governo a colori

Il contratto del governo Di Maio-Salvini è quasi definito. Per l'accordo però mancano alcuni elementi importanti, che nell'ultima bozza sono evidenziati in rosso. La scelta è bizzarra e in netto contrasto con uno dei principi del contratto stesso, ovvero la riduzione della spesa. Perché chi volesse stampare una copia del documento con il quale si scrive la storia (cit.) è obbligato a farlo con una stampante a colori.
Nella prassi diplomatica le porzioni di documento sulle quali non si è ancora raggiunto un accordo sono racchiuse tra parentesi quadre o brackets. Esempio:
Saranno applicate [sanzioni pecuniare] a chi utilizza il colore nei documenti.
Parentesi quadre. Un modo semplice e chiaro di evidenziare i punti ancora da risolvere. Semplice, economico e sostenibile. Da sempre alle Nazioni Unite si fa così. Invece i punti irrisolti del contratto del governo Di Maio-Salvini sono evidenziati in un rosso carico. Il che li rende già difficilmente leggibili in una visione a colori, figuriamoci in una stampa in bianco e nero, dove il rosso diventa uno sfondo grigio scuro. Quindi il contratto va stampato a colori. Chissà quanti lo hanno fatto, sprecando inchiostro di cartucce e toner. Il diavolo si nasconde nei dettagli.

lunedì 14 maggio 2018

Rifiuti elettronici, un problema sempre più serio

Secondo le ultime stime i rifiuti elettronici hanno raggiunto i 50 milioni di tonnellate l'anno a livello globale. Più della metà di questa montagna di schermi, cavi e circuiti finisce in discarica, malgrado contenga elementi molto pericolosi come arsenico e piombo. E la diffusione di EEE (Electrical and Electronic Equipment) è in continua ascesa. Basti dire che in media cambiamo il telefono cellulare ogni 18 mesi.
In Italia la raccolta selezionata dei RAEE (Rifiuti di Apparecchi Elettrici ed Elettronici) è in aumento, ma non tanto quanto dovrebbe. Nel 2017 il totale ha superato del 4.7% l'anno precedente, sfiorando le 300.000 tonnellate, pari a 4.9 Kg per abitante. Secondo i dati del Centro di Coordinamento RAEE il primato nazionale è della Valle D'Aosta, con quasi 10 Kg per abitante e tutte le regioni del nord raccolgono quantità superiori alla media nazionale. Nell'Italia centrale il dato di 4.94 Kg è allineato con la media italiana e le percentuali sono in crescita in tutte le regioni, escluse le Marche (-1.66%, ma 5 Kg a testa). La raccolta va molto peggio nel meridione, dove però Sardegna e Molise superano la media nazionale. In Campania la raccolta 2017 è stata decisamente minore che nel 2016 (-5.82%).

Quanto ci manca Barack



mercoledì 9 maggio 2018

La Festa dell'Europa

Oggi è la Festa dell'Europa, che si celebra dal 1985 nell'anniversario della Dichiarazione Schuman del 1950. Non sono tempi particolarmente brillanti per l'Europa e le celebrazioni sembrano decisamente sottotono, malgrado gli oltre 140 eventi programmati in tutti i paesi dell'Unione. Di questi circa la metà si svolge in Belgio, dove ha sede la grande parte delle istituzioni europee.

venerdì 20 aprile 2018

Europa e occupazione, l'Italia è in coda

Uno degli obiettivi della Strategia Europa 2020 è raggiungere un tasso di occupazione medio del 75%. Questa cifra è stata rimodulata nei singoli paesi, tenendo conto delle condizioni specifiche di ogni nazione. Per l'Italia l'obiettivo è il 67 per cento (per Svezia, Olanda e Danimarca l'80%).
Secondo i dati diffusi da Eurostat nove nazioni hanno già superato il target fissato per il 2020 (grafico sopra). Altri sono prossimi a farlo e alcuni ancora molto lontani, tra i quali l'Italia.
Nel nostro paese nel 2017 l'occupazione è cresciuta dello 0.7 per cento arrivando al 62.3%, il dato peggiore dei 28 paesi UE dopo la Grecia. L'Italia è agli ultimi posti anche per l'occupazione femminile, ferma al 52.5 per cento. Anche in questo caso peggio di noi fa solo la Grecia.
Qui il link al comunicato di Eurostat.

Song of the Day

La cantautrice australiana Courtney Barnett pubblicherà il prossimo 18 maggio il suo terzo album Tell Me How You Really Feel. Barnett ha anticipato l'album con due singoli e domani pubblicherà un terzo brano, City Looks Pretty, in occasione del Record Store Day. La canzone uscirà in un maxi single 12" stile anni '80. Nel frattempo è già in rete il video, realizzato dalla stessa Barnett.
Il brano è nettamente diviso in due parti. La prima caratterizzata dalla chitarra ritmica di Courtney, poi un brusco stop e il passaggio a un tempo molto più lento con assolo di chitarra finale.